Mediatori

L’Organismo IFOAP opera nel rispetto della necessaria professionalità e indipendenza sancite dall’art 60, comma terzo, lett. B della Legge 69/2009.

A garanzia di tale impostazione e in ottemperanza alle disposizioni contenute nell’art.3, comma 1 lett.b) del d.m. 145/201, l’Organismo ha determinato criteri oggettivi per l’assegnazione degli incarichi di mediazione cui il Responsabile dell’Organismo fa riferimento per ciascun affare di mediazione.

I mediatori iscritti dall’Organismo vengono distinti preliminarmente in base al criterio del TERRITORIO:

  • tale criterio tiene conto della PROVINCIA dove i mediatori dichiarano di svolgere abitualmente la professione;

I mediatori distinti in ordine alla localizzazione geografica vengono successivamente classificati in base a criteri oggettivi quali l’idoneità tecnica professionale, il percorso scolastico, corsi post-universitari, abilitazioni, aggiornamenti professionali in materia di mediazione, l’anzianità professionale e la materia di specializzazione. Ciascun criterio attribuisce un punteggio, pertanto, nella provincia di riferimento verrà scelto il mediatore con il punteggio più alto.

Il Responsabile dell’Organismo nella designazione del mediatore dovrà anche valutare il numero delle mediazioni svolte da ciascun mediatore.

In futuro i criteri di selezione dei mediatori dovranno tener conto del numero delle mediazioni svolte e dell'esito delle stesse.